FINANZIAMENTI all' IMPRESA

02 23951227...... info@normedia.it......... Affidamenti bancari, leasing,mutui con garanzia Mediocredito...............funz. commerc. 331 2825711

02 23951223 ......... 331 2825711 ....... INFO@NORMEDIA.IT

In collaborazione con una ESCO

In collaborazione con una ESCO

Depliant illuminazione a led

Ecco l'idea giusta...

Ecco l'idea giusta...
  1. Installare una nuova serie di lampade a Led , ora di 5a generazione  ad altissima efficenza 
  2. Abbattere la bolletta elettrica di un buon 70% per la quota luce. es da 100 diventerà 30
  3. Pagare l'ammortamento senza denaro da investire, utilizzando una parte del risparmio. , magari 50
  4. Avere un vantaggio economico da subito ....30(nuova bolletta)+ 50(ammortamento)= 80  ...utile immmediato= 20
  5. Dopo 3/5 anni di ammortamento a costo zero, godere per sempre del 70% di risparmio

La nostra proposta

La nostra proposta

1.       Valutazione tecnica preventiva  gratuita da parte di operatore qualificato.

2.       Rilevazione dei corpi illuminanti.

3.       Ispezione degli ambienti

4.       Progettazione dell’impianto con i nuovi corpi illuminanti o con nuove lampade.

5.       Preventivo o  proposta gestione energetica generale ESCO

6.       Installazione  con modalità e tempi  concordati e compatibili con l’attività

7.       Servizio di manutenzione se richiesto.

8.       Nessun anticipo finanziario.

9.       Ammortamento dell’impianto utilizzando parte del risparmio in bolletta già accumulato.

10.   Risparmio economico immediato anche in fase di ammortamento.

11.   ROI  infinito , essendo  a carico del fornitore l’investimento.

12.   Nessuna segnalazione in CR  (centrale rischi) essendo figurata come una dilazione diretta del fornitore.

13.   Garanzia effettiva 5 anni

14.   Primo conguaglio dopo 6 mesi , prelevato dal risparmio nel frattempo cumulato.

15.   Quota ammortamento concordata e sostenibile.

RELAMPING....a LED! Cambia ....lampada

RELAMPING....a LED! Cambia ....lampada

Fatti approssimativamente un calcolo dei tuoi costi per l'illuminazione: ogni lampadinache tieni accesa 10  ore al giorno , in un anno ti costerà per ogni watt =1 euro, coè  40 watt = 40 euro...

 

Fai la somma delle lampade che hai in totale watt e avrai trovato gli euro annuali di spesa.

 

Fai la proporzione rispetto alle 10 ore , cioè magari solo 7 al giorno , o magari 12 , e avrai il tuo totale spesa.

 

Esempio : un ufficio di 200mq  avrà 50 quadrotti al neon 60x60 ognuno da 80w (col reattore) ...50 per 80 ...= 4mila euro anno.

Sostituendoli con luci led 60x60 a led da 36 w dimezzerà la spesa 36x50= 1800 euro...ma anche aumenterà la luminosità del 20% .

 

Non solo, in estate nell'ambiente verranno immessi 2200w di calore  ..in meno , farà lavorare meno il condizionatore con un risparmio di 1000 euro per la stagione estiva, oppure potrà vivere meglio se non lo ha.

 

Risparmiare ma senza investire nulla? Si puo'

Risparmiare ma senza investire nulla? Si puo'

Grazie alla nuovissima tecnologia LED di 4a generazione (aprile2015) cioè con efficenza 1 a 12 su incandescenza , 1 a 3 su neon , il forte abbattimento dei consumi permette l'inserimento di strutture finanziarie che si accollano l'investimento iniziale e rientrano in 5 anni attingendo ad una parte del risparmio in bolletta , primo contributo dopo 6 mesi , in modo da non chiedere 1 euro al cliente, ma facendogli addirittura guadagnare da subito!!

L'illuminazione ideale

L'illuminazione ideale

Insomma , se siete passati dal vecchio televisore a tubo catodico a quelli a schermo piatto , sarete già al corrente degli effetti negativi del neon a scarica elettrica rispetto al moderno led

Normedia presenta: Progetto Relamping

Normedia presenta: Progetto Relamping

 

1-premessa

 

  1. E’ ormai risaputo che le nuove tecnologie in ambito di produzione e risparmio energetico sono in grado di produrre significativi benefici sia ambientali che economici laddove aziende e istituzioni siano in grado di acquisirle all’interno dei propri piani finanziari.
  2. Uno dei freni all’immediata fruizione di tali tecnologie è l’elevato impatto finanziario che l’installazione di tali impianti ha nell’immediato sui flussi degli operatori interessati.
  3. E’ pur vero che l’investimento provoca un immediato riscontro positivo sul conto economico dell’azienda , abbattendo drasticamente i costi relativi alla gestione del l’impianto sostituito.
  4. Si citino i vari impianti fotovoltaici, la cogenerazione, e la sostituzione di impianti di illuminazione e riscaldamento con nuovi molto meno energivori.
  5. Ci soffermiamo infine sulla nuova tecnologia di RELAMPING a LED:
  6. Questa tecnologia , nello specifico i nuovi corpi illuminanti a LED di 4° generazione, proposti per ora solo sul mercato occidentali dall’aprile 2015, raggiungono un’efficienza doppia rispetto ai LED di 2° e 3° generazione, tripla rispetto alle migliori tecnologie NEON, e di molti multipli rispetto alle più datate tradizionali a incandescenza e alogena.
  7. A questo sostanziale incremento in termini di LUMEN prodotti per Watt consumato, si aggiunge un altro fattore significativo che determina una importante svolta nella corsa alla installazione degli impianti a LED; ovvero oggi questa generazione raggiunge effettivamente tra le 40 e le 50 mila ore di funzionamento, mantenendo nel contempo elevati parametri di efficienza.
  8. Naturalmente queste caratteristiche molto dipendono dai processi produttivi , oggi perfezionati solo da brand internazionali che hanno nei loro impianti di produzione operatori altamente qualificati preposti al controllo di qualità e al rispetto delle norme ISO.
  9. La qualità del prodotto finale dipende in maniera determinante anche dall’attenzione nella scelta delle parti che si utilizzano nella progettazione del corpo illuminante: condensatori e resistori, diodi ecc. vanno selezionati in base alle temperature ambientali di utilizzo, allo stress termico cui saranno sottoposte le lampade, ai range igrometrici e barometrici delle zone in cui le installazioni si troveranno ad operare.
  10. Non più un prodotto ad uso generale e indefinito, ma pensato e progettato per un uso continuo e in ben definiti ambiti territoriali e geografici.
  11. Se rispettati questi parametri preventivi , tali impianti permettono all’operatore utilizzatore un abbattimento dell’ordine anche del 70/80% dei consumi elettrici dedicati all’illuminazione, e un azzeramento sostanziale dei costi periodici di manutenzione e sostituzione dei corpi illuminanti deteriorati o fuori uso.
  12. Una errata valutazione dei parametri ambientali , della valutazione igrometrica e temporale degli impianti progettati porta gli impianti stessi a collassare in tempi brevi e distrugge nel lungo periodo le aspettative che il conto economico si era prefissato.
  13. Diversamente una corretta valutazione degli stessi può anche integrare ad esempio un notevole risparmio collaterale sulla climatizzazione estiva , che non dovrà ad esempio più compensare gli apporti termici indesiderati che i corpi illuminanti disperdono nell’ambiente.
  14. Si prenda ad esempio un locale commerciale climatizzato, l’abbattimento in quota illuminazione del 70% dei kw consumati sarà gemellato da un equivalente abbattimento in quota termica per i consumi dovuti alla climatizzazione del locale, raddoppiando quindi il risparmio energetico complessivo.
  15. Quindi una valutazione corretta degli aspetti generali della convenienza economica degli investimenti non deve esimere da una ispezione dei locali , da una relazione sull’utilizzo temporale degli impianti, della destinazione d’uso degli ambienti stessi , nondimeno dalla classe energetica APE dell’edificio, e dalla tipologia degli impianti termici coinvolti nella climatizzazione.
  16. Si raccomanda nel contempo una sufficiente attenzione al brand produttore del corpo illuminante: che sia in grado di possedere una filiera produttiva propria , e di certificare in Europa la durata dei propri corpi illuminanti con una garanzia valida , verificabile e sostenibile, e quindi con una rappresentanza stabile all’interno dei confine della CEE.
  17. Solo prodotti esclusivamente commercializzati in ambito CEE.
  18. Se privi di brand riconoscibili , scontano all’interno dei minori investimenti richiesti inizialmente una incertezza temporale, qualitativa e legale, che non permette agli investitori istituzionali , fondi e banche, di finanziare le operazioni eventualmente richieste , data la carenza di certificazioni e garanzie su tutti i parametri che necessitano all’analista finanziario incaricato , utili ad indicare alla società finanziaria un profilo di rischio legato all’operazione.

 

Relazione tecnico-finanziaria

2-l’ analisi economico finanziaria

2-l’ analisi economico finanziaria
  1. Se il lettore ha inteso quanto al capo 1 “Premessa”, ed ha intenzione di affacciarsi ad una ipotesi di ammodernamento del proprio impianto di illuminazione , Normedia ha selezionato sul mercato europeo una soluzione tecnico –finanziaria che risponde a tutte le perplessità che si generano qualora ci sia da decidere investimenti importanti, che potrebbero inficiare la normale operatività di una impresa .
  2. Si evince la necessità di stanziare valori importanti di liquidità finanziaria qualora si decida di ammodernare o sostituire gli impianti di illuminazione obsoleti ed energivori.
  3. A fronte di un notevole immediato risparmio sulle bollette elettriche, stimato in genere tra il 70 e il 40 % e in alcuni casi il doppio nel caso di integrazione con la climatizzazione, si ha generalmente di fronte un investimento significativo che disincentiva un approccio immediato alle operazioni di relamping.
  4. Una soluzione potrebbe essere il ricorso al credito bancario , sotto varie forme,( ma in alcuni casi o non è accessibile, causa ad esempio un non eccezionale merito di credito bancario) o una giusta prudenza nell’utilizzare l’indebitamento verso la propria banca, perché in caso di necessità ci si vedrebbe penalizzati da una situazione di eccessiva esposizione sulla centrale rischi di banca d’Italia (CR) legata al finanziamento RELAMPING che ha comunque una durata di qualche anno.
  5. Generalmente l’ammortamento di un impianto LED non supera i 3,5 anni.

3-la proposta finanziaria.

3-la proposta finanziaria.

 

 

Normedia propone

 

una soluzione cherispetta tutte le raccomandazioni della

 

1-premessa

 

e risolve le criticità emerse nella

 

2-analisi economico finanziaria
.

 

 

 

1.       Valutazione tecnica preventiva  gratuita da parte di operatore qualificato.

2.       Rilevazione dei corpi illuminanti.

3.       Ispezione degli ambienti

4.       Progettazione dell’impianto con i nuovi corpi illuminanti o con nuove lampade.

5.       Preventivo o  proposta gestione energetica generale ESCO

6.       Installazione  con modalità e tempi  concordati e compatibili con l’attività

7.       Servizio di manutenzione se richiesto.

8.       Nessun anticipo finanziario.

9.       Ammortamento dell’impianto utilizzando parte del risparmio in bolletta già accumulato.

10.   Risparmio economico immediato anche in fase di ammortamento.

11.   ROI  infinito , essendo  a carico del fornitore l’investimento.

12.   Nessuna segnalazione in CR  (centrale rischi) essendo figurata come una dilazione diretta del fornitore.

13.   Garanzia effettiva 5 anni

14.   Primo conguaglio dopo 6 mesi , prelevato dal risparmio nel frattempo cumulato.

15.   Quota ammortamento concordata e sostenibile.

16.   Proprietà dell’impianto.

17.   Manutenzione inseribile nel canone, in formula ESCO

18.   Fornitura energia elettrica inseribile nel canone se richiesto insieme alla manutenzione in formula ESCO

Ufficio front office a MILANO

Ufficio front office a MILANO

A  MILANO in VIA GAROFALO 33

tel   +39          02 23951227 

normedia@alice.it

Dott. Ugo Lamanna

 

A MILANO

info@normedia.it

 

 

uff. corrispondenza a Francoforte

uff. corrispondenza a Francoforte